Appunti di Live: I Cani

21 gennaio 2012. Hiroshima Mon Amour, Torino.

I Cani abbaiano. Torino non presta loro molta attenzione.
Un concerto iniziato con una buona ora e mezza di ritardo, la sala dell’Hiroshima che fatica a riempirsi e un’atmosfera fredda e impersonale, che non migliora neanche quando la band sale finalmente sul palco. I livelli dei suoni sono troppo, davvero troppo alti e oscurano la voce di Niccolò, il cantante, impedendoci di sentire i testi –a mio avviso la parte più interessante della musica de I Cani- e restituendoci nulla più di un’informe poltiglia sonora . Come se non bastasse, la band appare svogliata e indifferente… ma questo, più che uno stato d’animo veritiero, è probabilmente l’impressione che vogliono trasmettere al pubblico, il “personaggio” che vogliono costruirsi: un po’ radical chic, un po’ snob. Questo è tutto quello che mi sento di scrivere su questo concerto. Davvero non posso fare di meglio: pubblico, location, mixaggio e attitudine della band, tutto concorre a rendere la serata un mezzo fallimento.
Quando il concerto finisce è quasi un sollievo uscire nuovamente all’aperto. Probabilmente sono diventato allergico a I Cani.

Rockabilly Joe

Annunci

3 risposte a “Appunti di Live: I Cani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...