Il Dr. Musikstein consiglia: Technicolor Dreams

“Technicolor Dreams”, …a Toys Orchestra, 2007.

Technicolor DreamQuesto terzo lavoro è certamente il disco della svolta per la band campana. Prodotto da Dustin O’Halloran (ricordate i Devics?), Technicolor Dreams è album denso, nel senso più positivo del termine. Denso di suoni, di sfumature, di atmosfere, di stili sempre diversi, di riferimenti al rock d’oltremanica e al pop nostrano. Le influenze sono le più varie e si sentono, sia per quanto riguarda la musica (questi sono venuti su a pane e Beatles, ovviamente riletti attraverso la “lezione moderna” di band come XTC, Flaming Lips e Mercury Rev), che per i testi (qui sono Brian Wilson e Syd Barrett a farla da padroni). Filastrocche pop, costruite attorno a dolci melodie di pianoforte, si alternano a pezzi più cadenzati e di stampo indie rock. Questo binomio è poi spezzato da piccoli “esperimenti” musicali, come nella traccia “Ease Off the Bit” (è apprezzabile il tentativo di fusione con la musica 8-bit). In definitiva, …a Toys Orchestra è una di quelle poche band italiane che riesce a scrivere godibili canzoni pop/rock, utilizzando quello stile internazionale che può richiamare l’attenzione di un pubblico straniero. Il che non è una cosa da poco.

Tracce consigliate: Power of the Words, Santa Barbara, Bug Embrace.

Dr. Musikstein

Annunci

2 risposte a “Il Dr. Musikstein consiglia: Technicolor Dreams

    • Beh, se stiamo a discutere su qual è il loro lavoro migliore, allora io sto con Midnight (R)evolution [2011]. Però, come specificato sopra, questo è il disco della svolta, quello che li ha fatti diventare “grandi”. Dr. M.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...