Van der Graaf’s Cynic Corner #4

Giudizi sparati a zero, cinismo a palate, disillusione verso l’industria musicale, frecciate gratuite, buon senso che mi ha lasciato a piedi, ormai da anni. Su questo blog sono sempre tutti così carini, morigerati ed equilibrati. Invece, io voglio che voi mi odiate, vi accaloriate e mi mandiate al diavolo. Ecco a voi l’imperdibile rubrica dello spara-sentenze Lee Van der Graaf.

  • Non riesco a capire la strategia dei Nickelback; continuano a pubblicare pezzi sempre più brutti, uno dietro l’altro. Forse stanno cercando di rivalutare la loro produzione passata per contrasto.
  • Pierpaolo Capovilla ha rovinato una generazione di band del sottobosco underground (con i cantanti che ormai non cantano più, ma declamano) come neanche i Massimo Volume erano riusciti a fare.
  • Oh, i Maccabees, certo. Sentivo proprio il bisogno di una nuova indie band uguale ad altre cento.
  • L’unica cosa buona dell’ultimo singolo dei Red Hot Chili Peppers (“Look Around“) è che nel video si vedono il vinile di “Marquee Moon” dei Television e un poster dei Joy Division. [Davide Vigna via Twiter]
  • Parliamo del progetto-tributo agli 883, “Con Due Deca”. Ma si sentiva davvero il bisogno di una compilation in cui, la metà degli artisti che eseguono le canzoni, sono più scarsi della band originale che ha scritto il brano?
  • Concertone del Primo Maggio; sembra che abbia fatto più scalpore il look (e i capelli) di Manuel Agnelli che l’esclusione dalla scaletta della sua band. Per la rubrica “I Soliti Italiani”.
  • Legandoci alla vittoria di François Hollande alle presidenziali di Francia: “Oui, je regrette tout”, il nuovo disco di Carla Bruni. Da domani su iTunes. [Vauxhall via Twitter]
  • The Black Keys, Jack White, Norah Jones. Sembra che chiunque lavori con Danger Mouse sia poi irremediabilmente costretto a pubblicare un album che non è nient’altro che un riproporre quel mediocre sound mezzo rock-mezzo soul.

Van der Graaf

Annunci

2 risposte a “Van der Graaf’s Cynic Corner #4

  1. mi fai morire! xò non ho capito bene l’ultima battuta.. tra l’altro, ma poi si sa xké gli afterhours non hanno più suonato al concertone?

    • Allora:
      1 – Afterhours; questo video potrebbe essere chiarificatore: http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=7TcyFU1jBW8#!
      2 – Effettivamente per comprendere la battuta dovresti aver sentito gli ultimi album di questi 3 artisti. Tutti e 3 ricordano molto il suono dei Rolling Stones (quel British R&B degli anni ’70). Poi si giocava sul fatto che tutti e 3, nell’ultimo anno, hanno collaborato con Danger Mouse: Norah Jones e Jack White hanno contribuito al suo ultimo album “Rome”, mentre i nuovi dischi dei Black Keys e di Norah Jones sono stati prodotti da Danger.
      Lee VdG

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...