Appunti di Live: Nouvelle Vague

9 luglio 2012. Spaziale Festival. Spazio211, Torino.

Uno Spaziale Festival 2012 di altissimo livello. A partire dal primo appuntamento del giovedì con i Breton e Kurt Vile, continuando con le italianissime serate up to you (Tre Allegri Ragazzi Morti, Linea 77, Fine Before You Came, Lo Stato Sociale e Management del Dolore Post-Operatorio), fino ai due concerti conclusivi in compagnia dei Nouvelle Vague, il lunedì sera, e dei Cribs il giorno seguente. Organizzazione impeccabile, location invidiabile (e comoda, perché subito dietro casa); passiamo volentieri sopra alle serate di pioggia… ma per la musica questo ed altro. Ci sarebbero centinaia di aneddoti da raccontare su questo festival: i Breton che fanno ballare un pubblico devoto, Kurt Vile che ci onora di un concerto al limite della perfezione, l’energia fuori dal comune dei Fine Before You Came. In questo post, però, abbiamo deciso di concentrarci sul live dei francesi Nouvelle Vague, perché -non ce ne vogliano i rockettari impenitenti e i fantastici Fine Before You Came- si è trattato del concerto più coinvolgente tra quelli in cartellone… per la verità noi ci siamo persi i Tre Allegri Ragazzi Morti, per cui non possiamo comparare fino in fondo i due concerti, ma stiamo con la nostra scelta fino alla fine.

L’apertura della serata, davanti ad un pubblico piuttosto scarno, è affidata a Perfume Genius, al secolo Mike Hadreas. Indie pop raffinato sulla scia di nomi più conosciuti, come Antony & the Johnsons, non riesce a coinvolgere più di tanto. Subito dopo è il turno dei 2:45, il progetto delle sorelle Thurlow; un pop-rock nervoso che si spinge fino alle soglie di quel post-punk che era proprio di band come Siouxsie & the Banshees. Il gruppo si muove sul palco come una band di veterani, nonostante l’età e, pur proponendo un sound abbastanza inflazionato al giorno d’oggi, riescono a far scatenare quel pubblico che va lentamente aumentando.
Infine, ecco arrivare i Nouvelle Vague (che forse perdono 1 o 2 punti simpatia a causa del soundcheck senza fine; punti subito recuperati non appena si inizia a suonare). Per definire la loro esibizione bastano tre parole: sensualità, sensualità e ancora sensualità. Quasi a far passare in secondo piano la loro musica (che ha un che di perfetto per un festival estivo come lo Spaziale) le due frontgirl -Liset Alea e Mélanie Pain- danno il loro meglio per divertire il pubblico ed eccitare la folla (il termine non è qui usato a caso). La complicità scenica è perfetta, sia tra i musicisti impeccabili, che tra Liset e Mélanie: si vede che le ragazze si divertono un mondo sul palco. La performance canora, poi, è adeguata al mood lounge che permea le raffinate cover della new wave anni ’80 (afferrato adesso, il perché del nome?). Quando durante “Human Fly”, l’esecuzione vocale è invece affidata al carismatico ospite a sorpresa (la cantautrice cubana Sol Ruiz, che ama definirsi la “figlia dei fiori del cuban-blues-psichedelico”) appare evidente come potrebbero diventare le loro canzoni, avendo a disposizione una voce bluesy, potente e con tutti i crismi (ma ovviamente non è questo l’obiettivo dei Nouvelle Vague).
La scaletta è particolarmente azzeccata e la band è brava a giocarsi la cover di “Love Will Tear Us Apart” un attimo prima della fine. I fan di Ian Curtis vanno letteralmente giù di testa. Dopo questo la richiesta di un bis è inevitabile e le ragazze non deludono, chiudendo degnamente il loro concerto. Sedute sul bordo del palco, quasi a contatto con la prima fila, intonano la dolce “In a Manner of Speaking” dei mai troppo apprezzati Tuxedomoon.
Tutto perfetto.

Rockabilly Joe

Annunci

Una risposta a “Appunti di Live: Nouvelle Vague

  1. wow, deve essere stato un concerto bellissimo. loro le ho sentite sempre solo su disco, ma già così le ho adorate.
    ..peccato di non aver saputo di questo festival, altrimenti un salto a torino lo avrei fatto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...