UnderCover: “Ecstasy of Gold”

Una nuova rubrica che fa una panoramica sulle cover più riuscite della storia della musica. Per inaugurare “UnderCover” il nostro nuovo collaboratore Mr. Kite ci parla dell’incontro, peculiare ma efficace, avvenuto tra la musica dei Metallica e quella del maestro Morricone. Un amore, quello per il compositore italiano, di cui il gruppo metal californiano aveva dato sfoggio più e più volte, utilizzando il brano di cui andiamo ora a parlare, come melodia di apertura dei loro live fin dal 1983.

Dedicare un tributo a un mostro sacro della musica come Ennio Morricone porta inevitabilmente con sé una grossa componente di rischio. Avreste il coraggio di avvicinarvi anche solo a una delle sue composizioni più perfette e riproporla con una batteria martellante e virtuosismi alla chitarra? Poi però capita che quando ascolti un pezzo come “Ecstasy of Gold”, suonato dai Metallica, ti senti “estasiato” (ahahah!!) e allo stesso tempo spiazzato: da una parte infatti sei convinto che un riff, come quello tratto dal celebre Il Buono, il Brutto e il Cattivo di Sergio Leone, contenga al suo interno il potenziale esplosivo per un assolo di James Hetfield o di Kirk Hammett ed è quindi un bene approfittarne; ma dall’altra non riesci a godertelo fino in fondo, sentendoti un po’ in colpa: in fondo il vero maestro è Morricone. I brani originali sono sempre un po’ come delle reliquie e le cover di -troppo- successo rischiano spesso di sostituirsi agli originali; “bello questo film di Sergio Leone. Dove che ho già sentito questa musica? Ah, già, è quel pezzo fighissimo dei Metallica”.

In ogni caso, la carica di “Ecstasy of Gold”, uscita per la prima volta nel 2007 nell’album tributo We all love Ennio Morricone, ci mostra come una cover abbia senso solo se tra le note del brano originale erano già percepibili le potenzialità per una rielaborazione; se, insomma, la cover stessa faceva già parte della sua natura. Dopotutto il salto tra i componimenti -quasi- classici di Ennio e l’heavy metal è ampio, ma non così tanto…

P.S. Nel caso non abbiate presente l’originale.

Mr. Kite

Annunci

2 risposte a “UnderCover: “Ecstasy of Gold”

  1. Pingback: UnderCover: “Knockin’ on Heavens’ Doors” | La Lira di Orfeo·

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...