Speciale Oscar: “Vita di Pi”

oscarEra il nostro favorito alla vigilia per la sezione musicale e proprio lui, Mychael Danna, ha vinto l’Oscar per la Migliore Colonna Sonora. L’abituale tendenza di Danna a mescolare tra loro stili e culture musicali diverse aveva già colpito Ang Lee che, dopo aver collaborato con lui per Tempesta di ghiaccio e Cavalcando con il diavolo, lo ha nuovamente voluto con sé per Vita di Pi. Nonostante la pressione di lavorare ad un kolossal, lo stile del compositore canadese non si è smentito ed è rimasto coerente con la sua esperienza; nel film possiamo trovare un’ottima alternanza tra minimalismo elettronico, musica orchestrale e suoni indiani. Ciò che Danna ha svolto è stata prima di tutto un’indagine culturale, avvicinandoci al misticismo orientale e combinandolo con il sentimentalismo che la pellicola richiedeva. Non c‘è dubbio che l’intero film si muova su momenti sinfonici, che aiutano lo spettatore a carpire l’intento allegorico inseguito dal regista.
Alcune canzoni sono state incise proprio per assecondare le figure retoriche presenti; un esempio è il motivo francese “Piscine Molitor Patel”, che accompagna la metafora dell’acqua (elemento naturale costante di tutto il film) come ricerca di spiritualità. Anche “Which Story Do You Prefer?” e “Back to The World” confermano la funzione appena descritta; la prima narra l’intera storia, riassumendone il significato, mentre la seconda è una sorta di punto di arrivo, poiché accompagna il protagonista nella nuova realtà che il film propone, aiutandolo a far coesistere i suoi istinti, i suoi desideri e le sue speranze. La costante musicale riconoscibile del film è invece “Lullaby Pi”, che detta i movimenti della pellicola, quasi fosse un coreografo con la sua ballerina; l’intero pezzo è tagliato, rivisitato, deformato e riproposto varie volte nello svolgimento. Danna rimane fedele alla spiritualità della storia, supporta le immagini colorate e lussureggianti e spinge la fantasia verso lo straordinario senza scadere mai nella retorica.  Un lavoro studiato nel dettaglio che ha senza dubbio meritato l’ambita Statuetta.

Chelsea Girl

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...