UnderCover: “Hurt”

Nine Inch Nails' Trent Reznor performs at a concert in the US.Signore e signori, per la serie “cover che diventano più famose dell’originale” vi presentiamo “Hurt”. Questo capolavoro -già- senza tempo ci è stato regalato da quel genio che risponde al nome di Trent Reznor, deus ex machina dei Nine Inch Nails. Apparso per la prima volta nel concept album The Downward Spiral (1994), “Hurt” è un brano che tratta, allo stesso tempo in maniera struggente e veemente, temi come l’autodistruzione e la dipendenza. L’interpretazione del finale non è univoco ma, legandoci ai temi trattati nelle altre tracce del disco, possiamo leggere la canzone come il biglietto d’addio di un suicida; uno dei punti più bassi di quella “spirale discendente” suggeritaci dal titolo di cui sopra.

Nel 2002 il Mostro Sacro Johnny Cash ha reinterpretato la canzone per il suo American IV: The Man Comes Around (ultimo disco pubblicato prima della sua tragica morte, avvenuta il 12 settembre del 2003), decretando così il successo immortale della creatura di Reznor. Le differenze tra le due versioni sono limitate, ma significative. Con la sua interpretazione Cash altera molto il significato del testo, che qui assume una dimensione più nostalgica, che si lega al tormento del tempo che passa inesorabile. La sua stessa voce evoca sensazioni diverse; al posto della rabbiosa interpretazione di Reznor, The Man in Black ci mette davanti tutta la sua fragilità e le sue insicurezze, tipiche dell’essere umano; emozioni che trovano un coltraltare perfetto in questo nuovo arrangiamento in punta di chitarra. Ma nella versione di Cash sembra esserci uno spiraglio, una possibilità di redenzione; un riferimento alla Cristianità come ancora di salvezza. Proprio come se “Hurt” si trasformasse nel testamento finale di quell’autentica leggenda che risponde al nome di Johnny Cash.

Lee Van der Graaf

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...