La Piccola Libreria Musicale: “Baby’s in Black” di Arne Bellstorf

È ora di aggiungere un nuovo volume alla nostra personalissima “Libreria Musicale”. Questa volta, però, ci prendiamo una piccola licenza e vi segnaliamo un fumetto – o come è ormai molto più intrigante chiamarli, un graphic novel – che ci sta particolarmente a cuore e che farà certamente felici tutti i ‘beatlesologi’ là fuori.

Baby's in black coverBaby’s in Black (Black Velvet, 2009), opera del giovane autore tedesco Arne Bellstorf, ripercorre l’intensa e drammatica storia d’amore che legò due personaggi essenziali della mitologia beatlesiana. Lei è Astrid Kirchherr, fotografa di Amburgo che inventò il look che rese famosi i Beatles. Lui è Stuart Sutcliffe, primo bassista del quartetto di Liverpool che lasciò il gruppo per amore di Astrid e per inseguire il sogno di diventare un pittore. La loro breve storia d’amore, conclusasi drammaticamente per la prematura scomparsa di Sutcliffe, si intreccia ai fermenti culturali dei primi anni Sessanta e alla nascita di una musica che avrebbe cambiato per sempre il mondo.

Segno corposo, linee spesse, campiture volutamente non troppo precise, figure un po’ infantili e lontane dall’immaginario epico del rock, bianchi e neri che ricordano quasi delle fotografie; queste sono le caratteristiche principali del tratto di Bellstorf. Caratteristiche che si amalgamano perfettamente al tono romantico, onirico e a tratti tormentato della storia ed alla sua narrazione lenta e discreta. L’autore con il suo tratto essenziale spersonalizza John, Paul, Astrid e tutti quei personaggi che oggi sono per noi delle vere e proprie icone storiche. Riesce inoltre a immortalare e a trasmetterci mirabilmente i sentimenti e le emozioni dei protagonisti, vignetta dopo vignetta, così come riesce a rendere perfettamente il fermento musicale dell’Amburgo post-bellica.

Baby’s in Black è un viaggio nel tempo, un ricordo, ma soprattutto è un omaggio sentito a una delle storie d’amore più belle della musica moderna. Una lettura consigliata non soltanto ai fan dei Beatles.

Paolo Maugerio

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...