La Piccola Libreria Musicale: “Il Resto è Rumore” di Alex Ross

“Anche se la storia non potrà mai spiegarci esattamente il senso della musica, la musica può dirci qualcosa sulla storia.” Alex Ross

Il resto è rumoreIl XX secolo è stato un periodo particolarmente ricco di avvenimenti. Non solo a livello politico o sociale, ma pure musicale. Pensiamo alla distanza che intercorre tra un Debussy e un Ligeti, ad esempio: il salto da fare è indubbiamente considerevole. Nel ‘900 tutto si muove a gran velocità; è un secolo in cui si progredisce così tanto nella cosiddetta avanguardia colta che assistiamo quasi a un ritorno alla polifonia medievale. Il resto è rumore (Bompiani, 2011), del critico musicale Alex Ross, è un libro eccezionale. L’unico altro scritto sull’argomento che mi sento di mettere allo stesso livello è Lo Stile Classico di Rosen, il quale è però così denso di tecnicismi che il lettore medio ne rimane spaesato. Il lavoro di Ross ha invece il grande pregio di convertire quelle che normalmente verrebbero etichettate come “chiacchere da musicologi” in qualcosa di estremamente accessibile. Lo sguardo d’insieme sulla storia della musica, sulla sua evoluzione, che l’autore riesce a trasmetterci ha davvero dell’incredibile; sia quando ci parla del quadro generale, sia quando scende sapientemente nel dettaglio. Anzi, nell’aneddoto: sapevate che Philip Glass prima faceva l’idraulico e che un giorno installò una lavastoviglie nella cucina di Robert Hughes? Oppure che Paul Hindemith trascorse tutto il suo viaggio in nave verso l’America a lamentarsi dei profughi ebrei con sua moglie, anch’essa di origini ebraiche? E sono proprio i capitoli che ci raccontano dei musicisti europei in costante lotta con le dittature del ‘900 quelli più affascinanti. La scrittura di Ross riesce a rendere vivida l’ansia di Shostakovich, pressato dalle assurde richieste di Stalin, così come le alterne fortune di Richard Strauss alla corte di Hitler.

Ma in queste pagine c’è molto altro e la mia breve recensione può solo darvi un assaggio di quello che vi potrete trovare. Il resto è rumore è un pratico viaggio nella musica del XX secolo in edizione tascabile. Assolutamente consigliato.

Paolo Maugerio

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...