Classicismi: “Paganini non ripete”

Aneddoti, racconti, curiosità sul mondo della musica classica. “Classicismi” è una nuova rubrica che ci accompagna piacevolmente alla scoperta di un genere considerato -a sproposito- troppo alto. Faremo del nostro meglio per renderlo più accessibile o, almeno, più interessante.

«Paganini non ripete» è un detto abbastanza celebre, una di quelle frasi che le nonne amano ripetere per motivare il rifiuto di ripetere un gesto o una frase (o nel mio caso, per dirmi che non ci sarebbe stato un bis di dolce). Ma da dove deriva questa citazione?

Niccolò PaganiniPochi sanno che queste parole sono state pronunciate proprio dal maestro genovese, durante una performance al Carignano di Torino. Nel febbraio del 1818 Niccolò Paganini sta eseguendo uno dei suoi funambolici concerti, quando Carlo Felice, estasiato da tanta bravura, chiede la ripetizione di uno dei brani in scaletta. Paganini era un artista che amava improvvisare molti dei passaggi che suonava, preso dall’estasi della performance, inoltre molte volte durante i concerti si lesionava i polpastrelli tanta era la foga prodotta. Proprio per questi motivi fa recare a Carlo Felice il messaggio: «Paganini non ripete». Il futuro re di Savoia, risentito per le parole del maestro, decide di togliergli la possibilità di eseguire il terzo concerto torinese, previsto dalla sua tournée. In un braccio di ferro dettato dall’orgoglio, Paganini decide quindi di annullare i concerti che doveva tenere nelle serate successive a Vercelli e Alessandria, promettendo di non tornare mai più a Torino.

Il 25 febbraio il maestro scrive all’amico avvocato Germi: «La mia costellazione in questo cielo è contraria. Per non aver potuto replicare a richiesta le variazioni della seconda Accademia, il Sig. Governatore ha creduto bene sospendermi la terza…» e l’11 marzo: «In questo regno, il mio violino spero di non farlo più sentire».

Fortunatamente per Torino, Niccolò Paganini tornerà a suonare nel capoluogo piemontese nel 1836, per ringraziare Carlo Alberto per la concessione di legittimazione del figlio Achille. Da quel momento, comunque, il detto «Paganini non ripete» è entrato, a pieno diritto, nel parlato popolare italiano.

Don Rinaldo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...