Van der Graaf’s Cynic Corner #12

Giudizi sparati a zero, cinismo a palate, disillusione verso l’industria musicale, frecciate gratuite, buon senso che mi ha lasciato a piedi, ormai da anni. Su questo blog sono sempre tutti così carini, morigerati ed equilibrati. Invece, io voglio che voi mi odiate, vi accaloriate e mi mandiate al diavolo. Torna l’irriverente rubrica dello sputa-sentenze Lee Van der Graaf.

  • D’accordo, Reflektor [il nuovo lavoro degli Arcade Fire NdR] sarà anche l’album dell’anno, ma iniziare un disco con un facepalm in copertina non è che prometta troppo bene.
  • Con l’uscita del loro ultimo brano [“Ordinary Love“] gli U2 ci riconfermano che riciclare (la plastica, così come le canzoni) fa davvero parte del nostro futuro.
  • Sono io o anche a voi sembra che, in studio, i Flaming Lips stiano sbragando sempre di più? Ragazzi, io non ci sto più dietro, dico sul serio…
  • Potrebbe risultare un gioco di parole abbastanza scontato, ma… altro che The Paradigm Shift, i Korn il loro nuovo album avrebbero dovuto intitolarlo The Paradigm Shit.
  • Vi prego, qualcuno fermi Miley Cyrus.
  • Se vi interessa Pharrell ha messo insieme un videoclip sobrio e senza troppe pretese. Dura all’incirca 24 ore… [se hai tempo lo trovi qui].
  • “Desolato”, il nuovo brano di Enzo Jannacci assieme a J-Ax (squallidissima operazione commerciale post-mortem) è uno dei tanti motivi per cui il Maestro si sta rigirando nella tomba come una trottola. Scusali, Enzo.

Lee Van der Graaf

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...