Sanremo 2014: playlist di sopravvivenza

ModugnoStentiamo a crederci, ma è già passato un anno dal festival di Sanremo 2013. Ancora più importante, sono già passati 365 giorni dalla nostra prima playlist di sopravvivenza, pensata appositamente per permettervi di ascoltare un po’ di buona musica, mentre in televisione impazzano i Toto Cutugno e i Modà di questo mondo.

No, non è che siamo qui a fare gli snob, anzi, siamo molto interessati ad ascoltare alcune delle canzoni in gara (come quelle di Sinigallia e dei Perturbazione), ma parliamoci chiaro: “il festival è brutto brutto” [cit. Elio]. E, sempre parafrasando Elio, forse è proprio per questo che, in fondo in fondo, un pochino gli siamo affezionati. I sentimenti personali, brutte bestie, non ci hanno però impedito di propinarvi la solita playlist di 5 brani (uno per ogni serata in cui il festival andrà in onda) senza la benché minima soluzione di continuità e/o di genere: semplicemente dei piccoli consigli con cui superare l’amato-odiato festival italico. Buon ascolto, buona visione e buona settimana, che decidiate si seguire Sanremo oppure no.
No.

  1. Si va a incominciare. Essendo oggi, 18 febbraio, il compleanno di Fabrizio De André e tremando al solo pensiero di quale potrà mai essere il tributo a lui dedicato messo in piedi da Fazio & Co., preveniamo il possibile disastro ascoltandoci quel gran pezzo che è “Ho visto Nina volare“.
  2. Per la seconda serata auspichiamo una reunion di alto livello. Di Stephen Malkmus , “Grounded“. Cantano i Pavement [il titolo, da solo, spiega il nostro stato d’animo].
  3. Sanremo è il festival della canzone pop italiana. Per distinguerci, quindi, niente di meglio di un bel brano soul in compagnia di quel gattone nero che è Thundercat. Siori e siore, “Heartbreaks +  Setbacks“.
  4. Dicono ci sarà anche una manciata di hip hop a questo festival 2014… noi però non ci fidiamo molto visti i precedenti. Anche in questo caso facciamo opera preventiva e introduciamo i nostri prossimi ospiti: i Sangue Misto che ci canteranno “Lo straniero“.
  5. Chiudiamo con “Happy” di Pharrell Williams. Perché la quinta serata è anche l’ultima e allora c’è solo di che esserne felici.

La Redazione

Annunci

4 risposte a “Sanremo 2014: playlist di sopravvivenza

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...