Nuovi Suoni: ESF – “Selvaggio!”

ESF Selvaggio!Gli ESF (acronimo di Evolution So Far) si aggirano per l’underground italiano ormai dal lontano 2001, tra album, split e collaborazioni varie. Selvaggio! è il loro terzo LP -il primo in italiano-, un disco in cui la loro inebriante carica distruttiva non si esaurisce e, al contrario, si reinventa, trovando nuovi modi per esprimersi. Forte di testi ben strutturati che permettono alla band di “suonare” ancora più diretti, il disco fa suoi l’estetica lo-fi nel mixaggio e quel sound garage rock che permette di buttare un po’ di tutto nel mischione musicale: una mossa che rende questo nuovo lavoro così eterogeneo e frizzante.

Sì, fanno punk gli ESF, ma è un punk nel senso più pieno del termine: nel senso che sono punk anche rispetto al genere stesso e non ci pensano minimamente a sottostare alle regole che limitano questo particolare stile musicale. Non si riesce, infatti, a trovare dei riferimenti forti a un particolare artista. O, al contrario, se ne possono trovare a bizzeffe. Cattivi, certo. Sporchi, ovvio. Ruvidi, ci mancherebbe. Tutto come nella migliore tradizione punk, ma ascoltando i primi minuti di “T.S.O.” non ci sentite un garage blues à la Jon Spencer Blues Explosion? A volte, quà e là, saltano fuori accenni in stile rock-blues ’70s, mentre “Ora o mai più” non ha forse un qualcosa di stoner rock? In questo grande calderone di citazioni e riferimenti non possiamo non menzionare la grande scuola dell’hardcore italiano (con band quali Indigesti e Fluxus), vera e propria ispirazione per gli ESF. La loro cover dei Minutemen (con testo riadattato), poi, è il colpo da knock out tecnico (parliamo di “Potevi essere tu”). Forse l’unica nota stonata è la strumentale “Addio mamma vado al bar”, ma è una stonatura che non va a discapito del totale.

Perché c’è una cosa che rende gli ESF un gruppo fresco e piacevole da ascoltare: tutto questo variegato mix di suoni, con i suoi rimandi e le sue citazioni, ha come minimo comune denominatore una genuina incazzatura. E questo, nel mondo musicale di oggi, a volte fin troppo costruito, è una strategia vincente.

Di seguito il link per ascoltare (e, soprattutto, scaricare gratuitamente) Selvaggio!: http://selvaggio.bandcamp.com/album/selvaggio

Eddie Rod

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...