Addio a Rubin “Hurricane” Carter

HurricaneQualche giorno fa ci ha lasciato Rubin “Hurricane” Carter, ucciso dal cancro alla soglia dei 77 anni. Non è mai stato facile essere Hurricane, pugile di colore, nell’America degli anni ’60: nonostante i successi sportivi e la relativa fama, venne sempre visto con sospetto e non riuscì mai a togliersi di dosso l’etichetta di “possibile criminale”. Alla fine, nel 1966, la sua carriera venne definitivamente stroncata da una triplice accusa di omicidio che lo tenne in prigione per 19 anni: fu accusato, assieme all’amico John Artis, di aver ucciso due uomini e una donna bianchi e venne inchiodato da falsa testimonianza. Una vita rovinata per colpa del colore della pelle, lui che aveva come solo crimine quello di essere un nero che voleva fare la boxe.

A suo favore, negli anni, si sono levate molte voci eccellenti; politici, sportivi come Muhammad Ali, stelle del cinema e della musica. Musicisti come Bob Dylan, che a Carter dedicò una delle sue canzoni più belle. “Hurricane”, pubblicata nel 1976 e contenuta nell’album Desire, ripercorre in forma di storytelling la vicenda che vede protagonista il pugile americano.

Pink

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...