UnderCover: “All Along the Watchtower”

Bob DylanTra il 1966 e il 1967 -mentre è ancora in piena convalescenza a seguito del suo tragicamente famoso incidente in moto nei pressi di Woodstock- il menestrello Robert Zimmerman, meglio conosciuto come Bob Dylan, compone questo misterioso brano, senz’altro una delle perle più scintillanti del suo repertorio. Stiamo parlando di “All Along the Watchtower”, che compare per la prima volta nel disco John Wesley Harding, uscito nel dicembre del 1967. A detta dello stesso Dylan, questo brano non rientra nei canoni folk delle sue ballate più classiche, e anzi pare proprio che un’aura di oscurità accompagni l’intera canzone. Possiamo dire che il brano, che narra -se così si può dire- le vicende di un giullare e di un ladro, abbia ricevuto critiche miste, probabilmente anche per questo suo carattere introverso e a detta di molti un tantino autoreferenziale. Non c’è dubbio che però lo spirito di Dylan sia riconoscibile fin dal primo accordo.

jimi_hendrix_thumbLa versione più celebre del pezzo però -inutile dirlo- è quella di Jimi Hendrix. A soli sei mesi di distanza, Hendrix decide di incidere una cover di “All Along the Watchtower” da inserire nel suo capolavoro Electic Ladyland. La registrazione è tutt’altro che semplice: musicisti e tecnici esprimono a più riprese perplessità e disappunto per come procede il lavoro e alcuni di loro decidono addirittura di abbandonare la sala di registrazione. Lo stesso Hendrix, che pare abbia dovuto sostituire di persona alcuni membri del suo gruppo, riamane inizialmente deluso dai risultati delle incisioni. Aumenta le tracks del brano fino a 16 e lavora per mesi cercando di realizzare ciò che aveva in mente. Dopo intere giornate di overdubbing e mixing, il brano finalmente esce negli Stati Uniti nel settembre 1968.

Il successo di questa sua “combattuta” cover parla da solo. La Fender di Hendrix domina l’intero pezzo, con il wah-wah, sua autentica firma, che la fa da padrone e un assolo che è tra i meglio riusciti della sua carriera. L’incredibile intensità e il carattere del pezzo originale si intonano perfettamente con il rock aggressivo e istintivo di Jimi. Sarà anche per questo motivo che dal 1968 questo è globalmente riconosciuto come uno dei suoi più grandi successi. Basti pensare che lo stesso Dylan continua ancora oggi a suonare “All Along the Watchtower”, non più solo come suo proprio componimento, ma come un tributo al grande Jimi Hendrix.

Mr. Kite

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...