Christmas Songs #4 [jazz edition]

christmas-sheet-music

La nostra tradizione natalizia di augurarvi buone feste attraverso delle playlist ad hoc continua senza tentennamenti. Negli anni passati, sotto Natale vi abbiamo offerto compilation che propongono brani rock, alternative e squisitamente italiani. È ormai tempo, però, di proporvi delle musiche che si avvicinino maggiormente alle atmosfere natalizie che tutti conosciamo. Il jazz viene in nostro soccorso, perché non esiste genere musicale che riesca a rappresentare meglio il Natale e la sua gioia – a tratti malinconica – più del jazz.

  • Ahmad Jamal – “Snowfall”. Le dita veloci di Jamal scorrono sul piano… ed è come se la neve stesse scendendo leggera. Un brano assolutamente perfetto per sorseggiare zabaione davanti al caminetto (se si ha la fortuna di possederne uno).
  • Charlie Parker – “White Christmas”. Il grande “Bird” trasforma questo classico del Natale in un irresistibile bebop gioioso. Essenziale per la sera della vigilia.
  • Dave Brubeck – “Winter Wonderland”. Brubeck prende questo standard di Felix Bernard e Richard B. Smith e gli infonde un’eleganza assoluta.
  • Dexter Gordon – “The Christmas Song”. “The Christmas Song” è un evergreen. Anzi un vero sinbolo del Natale. Purtroppo è anche uno di quei brani che ormai conosciamo a memoria. La forza di un maestro del sassofono come Dexter Gordon è quella di riuscire a infondervi una megnifica anima colma di blues.
  • Duke Ellington – “Jingle Bells”. Continuamo con un altro grande classico della tradizione natalizia. In questo caso è però “Il Duca” ha dargli nuova vita.
  • Louis Armstrong with the Benny Carter Orchestra – “Christmas in New Orleans”. Non poteva mancare l’immortale “Satchmo” che qui paga il tributo alla sua festività preferita e alla sua città. Trascinante.
  • Ramsey Lewis – “Here Comes Santa Claus”. All’inizio della loro carriera, Lewis e il suo trio riuscivano a rendere magico qualsiasi brano. Per averne la riprova basta ascoltare questa interpretazione di “Here Comes Santa Claus”.
  • Tom Waits – “Christmas Card From A Hooker In Minneapolis”. È sporco. È blues. È un cantico jazzy per i disadattati del Natale. Insomma, è Tom Waits ed è semplicemente irresistibile.
  • Vince Guaraldi – “Christmas Time Is Here”. Non c’è nulla di più natalizio dello speciale di Natale dei “Peanuts”. E non c’è musica che rappresenti al meglio questa festività più di quella suonata da Vince Guaraldi. “Christmas Time Is Here” è un piccolo capolavoro di delicatezza poetica.

Buon Natale dallo staff de La Lira di Orfeo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...